il GPS


Molte persone usano. il navigatore del cellulare, ma pochi sanno a che cosa serve

il gps. 

Se te lo stai chiedendo anche tu questo post potrà aiutarti a capire qualcosa in più su 

che cosa è il sistema gps. Quando vai in macchina, per le strade di una città che non

conosci, o devi affrontare un viaggio,ti sarà successo di non avere dietro un 

navigatore satellitare, o di non avere disponibile quello residente sull'automobile, e hai 

deciso di utilizzare Google Maps o un navigatore che hai scaricato come app. 

Questa è un'ottima scelta, e ti aiuta ad orientarti facilmente per le strade che non 

conosci, Ma come accade questo?

Ogni smartphone ha al suo interno qualcosa che lo rende visibile al sistema internet, questo qualcosa invia i dati della tua posizione ad un satellite il quale restituisce la tua posizione geografica. Detto così sembra molto complicato In realtà non lo è. Come funziona il 
sistema gps? Intanto cerchiamo di capire che cosa significa l'acronimo GPS. GPS significa Global Positioning System, cioè sistema di posizionamento globale. Il tuo cellulare all'interno possiede un antenna GPS, questa antenna GPS Invia un segnale alla costellazione di satelliti geostazionari che gravitano intorno alla Terra. Questo segnale viene raccolto e viene elaborato dal satellite il quale definisce tramite un sistema di localizzazione trigonometrica la tua esatta posizione su una mappa fatta di coordinate longitudinali e latitudinali. Questi dati vengono inviati nuovamente al tuo cellulare è sempre tramite
l'antenna GPS è in grado di Codificare quel segnale e di posizionarlo tramite un sistema cartesiano di ascisse e ordinate, su una cartina che viene scaricata da Google Maps on-line sul tuo smartphone. Questo restituisce la tua esatta posizione su una cartina. Come puoi ben immaginare il sistema di posizionamento GPS è un sistema dinamico, ma questo cosa vuole dire? sistema dinamico significa che ad ogni intervallo di tempo preordinato avviene lo scambio di dati di cui abbiamo appena parlato, per esempio diciamo una volta ogni due secondi. come facciamo a determinare la velocità di questo scambio? infatti se andiamo in macchina ad una velocità sostenuta avremmo bisogno di uno scambio di dati molto rapido per poter vedere la nostra macchinina che si muove velocemente sulla cartina, per esempio di due tre volte al secondo, Mentre se stiamo camminando a piedi non abbiamo bisogno di scambiare dati così velocemente. 
Ecco perché abbiamo quelle funzioni che abbiamo notato nel navigatore in cui possiamo selezionare il mezzo con il quale ci stiamo spostando. Quella scelta, in realtà, determina la velocità di scambio dei dati:  se selezioniamo l'automobile lo scambio di dati sarà molto rapido, viceversa, se selezioniamo la modalità a piedi, la velocità di scambio dei dati sarà meno frequente. Ma a cosa ci serve avere una equenza di scambio di dati con il sistema GPS più o meno rapida? la risposta è abbastanza intuitiva, più rapido è lo scambio di dati più energia della batteria consumerai, più dati internet consumi il che avrà un impatto più o meno importante a seconda del tuo piano tariffario che potrebbe prevede un limite nello scambio di dati.